Alcuni potenziali usi per un estratto di olio di cannabis includerebbero l’aggiunta al cibo per fare pasticcini alla cannabis, applicarlo a gel per la cura della pelle del viso o prenderlo direttamente così com’è senza cottura. La frantumazione viene prodotta quando si prepara la soluzione di butano utilizzando lo stesso processo descritto sopra. Puoi anche fare un olio di hashish a base di alcol, chiamato hashish, usando gemme di cannabis e acqua.

Quando la maggior parte delle persone pensa a terapie mediche alternative, pensa alle erbe, come lo zenzero, la valeriana o la camomilla. Queste in realtà non sono affatto considerate erbe, ma sono invece derivati delle piante di cannabis. È possibile prendere estratti dalle piante di marijuana, ma questi sono spesso in forma concentrata e possono essere pericolosi. Pertanto, se decidi di provare questo percorso, potresti voler cercare altre alternative. Due delle terapie mediche alternative più comuni che non contengono terpeni o altri cannabinoidi sono la digitopressione e i trattamenti rilassanti muscolari.

Se stai cercando un trattamento da banco per le tue emicranie, potresti prendere in considerazione l’uso di un concentrato come hashish o olio. Tuttavia, devi stare attento a quale prodotto acquisti e leggere gli ingredienti. Le forme pure di questi prodotti possono contenere solo tracce di cannabinoidi e terpeni, quindi probabilmente non si verificheranno effetti collaterali. In effetti, dovresti considerare un trattamento da banco per le tue emicranie solo se stai già assumendo farmaci da prescrizione per loro, perché la concentrazione di terpeni e cannabinoidi in questi prodotti potrebbe non essere sufficiente per contrastare l’effetto dei farmaci.

Se stai cercando un’alternativa al fumo o all’ingestione di erba, potresti provare una forma di cannabis estratta. Gli estratti possono essere realizzati in due modi diversi: attraverso il semplice metodo di riscaldare le piante di cannabis per essiccarle e quindi estrarre le sostanze chimiche attraverso un semplice processo di estrazione. Quando si riscaldano le piante, è importante tenere presente che cannabinoidi e terpeni sono molto volatili e reagiscono con il calore. È possibile realizzare un processo di estrazione efficiente, ma devi stare molto attento al processo e alle sostanze chimiche che scegli.

Gli oli estratti sono anche prodotti con un altro metodo abbastanza simile al fumo. Durante il processo di distillazione, la materia vegetale può essere infusa con terpeni e cannabinoidi. Questo processo produce anche un olio molto potente che non è così facilmente assorbito. Alcune aziende hanno approfittato di questo secondo processo di estrazione e hanno creato estratti concentrati che vengono assorbiti più facilmente. Questi prodotti possono essere commercializzati come “marijuana medicata”, ma non dovresti lasciarti ingannare. Sebbene contengano meno sostanze chimiche, questi oli concentrati contengono ancora una quantità significativa di cannabinoidi e terpeni, quindi è sicuro utilizzarli in qualsiasi modo consigliato dal medico.

gorilla super glueffinché un estrattore di olio sia efficace, è necessario il materiale di base giusto per fornire il calore per far evaporare i materiali estratti. Nel caso dei primi metodi di estrazione menzionati, la cannabis grezza e l’hashish vengono tipicamente riscaldati a circa 180 gradi Celsius, con un aumento della temperatura quando si aggiungono più sostanze chimiche o solventi organici. Ma i materiali di base per il secondo metodo di estrazione sono molto più difficili da trovare. Potrebbe essere necessario acquistare attrezzature industriali per estrarre i materiali.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS