Se sei nella comunità della cannabis o se sei nuovo in questo settore, potresti non avere familiarità con la tabella VPD della cannabis. Per quelli di voi che non hanno familiarità con il grafico VPD della cannabis, è un grafico che consente alle forze dell’ordine di vedere quanto spesso una persona usa la marijuana e se sta infrangendo la legge. La cannabis VPD è una delle classifiche più utilizzate e più importanti per i consumatori di marijuana. Ci sono molte ragioni per la creazione e l’uso della tabella VPD della cannabis, ma soprattutto consente agli agenti di polizia di far rispettare le leggi sulla marijuana e mantenere i consumatori di marijuana responsabili della loro attività di droga.

Allora, cos’è esattamente questo grafico della dipendenza dalla cannabis? Il VPD è un modulo in quattro parti che misura la frequenza d’uso, l’inizio dell’uso, la dipendenza dall’uso e la frequenza d’uso dopo l’inizio dell’uso. Il grafico è suddiviso in due sezioni, una per gli attuali consumatori di marijuana e una per coloro che hanno già provato la marijuana e in che momento ne sono diventati dipendenti. Nel determinare se una persona è dipendente dalla marijuana, i medici esaminano ogni categoria sulla tabella VPD della cannabis e da lì prendono una decisione.

Alcune persone non credono che la cannabis crei dipendenza perché sostengono che una volta che fumi marijuana una volta non ti renderà dipendente. Sebbene sia vero che devi usare regolarmente la marijuana per diventare dipendente, ci sono ancora alcune ragioni fisiologiche per cui potresti diventare dipendente dalla marijuana. Primo, la marijuana ha un effetto sul cervello e senza di esso; la gente non si sballerebbe. Quando una persona dipende dalla marijuana, può sperimentare un ritiro mentale se smette di usare la droga, motivo per cui è così importante avere la cartella di un consumatore di cannabis. La dipendenza dalla marijuana può essere spiegata sulla tabella in termini di utilizzo e dipendenza, nonché di fattori scatenanti e frequenza di utilizzo.

L’idea alla base della tabella VPD della cannabis è quella di consentire alle forze dell’ordine di tenere traccia di dove viene utilizzata la marijuana in pubblico. Questo può aiutarli a identificare e indirizzare i consumatori problematici di marijuana. Il grafico di un consumatore di cannabis è progettato in modo che gli agenti di polizia possano vedere a colpo d’occhio quando si verifica un determinato schema o serie di eventi. L’evento può verificarsi più volte nell’arco di un mese o due e potrebbe accadere nell’arco di una o due settimane. Il grafico è essenzialmente un registro che gli agenti di polizia possono leggere per vedere se è presente una particolare tendenza.

Quando un semi autofiorenti thcgente di polizia sospetta che una determinata persona sia dipendente dalla cannabis, può iniziare a guardare al proprio passato e determinare se ci sono schemi o serie di eventi che possono collegare alla sua dipendenza. Rivedranno il loro passato e tutti gli eventi che potrebbero aver portato alla dipendenza. Quando si guarda la tabella di utilizzo, l’individuo viene valutato dall’infermiera curante e dal personale medico su base giornaliera. Determineranno la quantità di tempo che la persona ha utilizzato la marijuana, la frequenza di utilizzo e qualsiasi altra informazione correlata al modello di utilizzo. Sebbene i grafici possano essere utilizzati per determinare se esiste una specifica relazione di causa-effetto tra l’utente e la sua dipendenza dalla cannabis, non sono necessariamente definitivi sul fatto che l’utente utilizzi la droga a causa di una sorta di influenza psicologica. .

Oltre ad essere uno strumento molto utile per gli agenti di polizia nel determinare la gravità di una dipendenza, la tabella di utilizzo può anche rivelarsi molto utile per le persone che sono preoccupate di essere o meno dipendenti dalla cannabis. Se un individuo è sospettato di usare il farmaco a causa dell’automedicazione o perché ne è diventato dipendente, il grafico può aiutare a fornire loro un po ‘più di tranquillità. Non ci sono documenti da trovare riguardo al primo utilizzo di cannabis e nessuno sa quale effetto, se del caso, la cannabis avrà sulla personalità o sulla fisiologia di un individuo. Detto questo, è meglio prevenire che curare quando si tratta di autodiagnosi o auto-trattamento. L’uso corretto di una tabella VPD della cannabis altrimenti scientificamente valida può fornire la necessaria tranquillità a coloro che sono preoccupati per l’uso della marijuana.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS