blueberry autofiorente grammi ‘è una nuova opportunità di guadagno per gli imprenditori italiani: il grow shop, l’attività commerciale dove si può vendere la cannabis legale. Come si è detto, la canapa light si può comprare ciononostante non si potrebbe fumare (poiché la marijuana rimane una sostanza stupefacente), stessa cosa per le cartine lunghe i filtri vittoria cartone, disponibili in ciascuno tabaccheria ma destinati all’uso con il tabacco.
Successivamente la pronuncia del Insegnamento Superiore di Sanità quale ha sollevato i suoi dubbi sulla cannabis light (lasciando un grosso momento interrogativo sul suo futuro), in Italia un diverso settore, quello della cannabis terapeutica, si sta ritagliando un ruolo sempre più fondamentale nel mondo sanitario.
Dei 3 studi con basso ROB, 1 ha riportato una piccola riduzione non significativa nel ridurre il dolore a 5 settimane, 1 non ha riportato differenze negli outcome e 1 scritto di grandi dimensioni ha riportato che un maggior numero di pazienti del gruppo dei pazienti trattati con cannabis riferiva sollievo dal dolore fisico a 12 settimane (28. 0% vs 18. 7%; P = 0. 028) (33).
Il CBD aggiunto ai farmaci nella norma riduceva le convulsione mediamente del 51% alla dodicesima settimana, e la variabilità era simile alla settimana 96. La proporzione successo malati con riduzione maggiore od uguale delle convulsioni del 50%, del 75% e del 100% era pari a 52%, 31% e 11% rispettivamente. Scarsi gli effetti collaterali.
Il vero cuore della questione è ancora quello della salute, e lo scontro, quasi paradossale, tra tutela” della salute pubblica – minacciata dall’abuso della sostanza – e il rispetto di un diritto fondamentale dell’individuo, tuttora sua salute fisica e mentale.
In Italia, la marijuana per uso terapeutico può essere prescritta dal medico solo quando i trattamenti convenzionali non danno risultati soddisfacenti non sono più sufficienti a controllare i sintomi indotti dalle suddette patologie.
Come precedentemente richiamato, in combinazione con il THC, l’uso successo CBD è stato approvato in diversi Paesi europei, mentre sono in passaggio diversi studi clinici ed il farmaco si riesce a trovare in diversi stadi successo sviluppo clinico per varie indicazioni terapeutiche.
Il appropriata noto, il THC, è considerato all’origine sia degli effetti psicoattivi della canapa sia delle sue proprietà farmacologiche; è infatti che possono legarsi in maniera specifica per recettori presenti sulla superficie delle cellule del nostro organismo, che a sua volta produce in maniera naturale molecole come gli endocannabinoidi, coinvolte in moltissime funzioni fisiologiche, dall’appetito al metabolismo, dalla memoria alla riproduzione.
Gli studi hanno dimostrato quale i prodotti a base di cannabis, specialmente con contenuto di THC, erano in grado di migliorare i risultati clinici dei pazienti, tra cui la stimolazione dell’appetito, l’aumento di peso, la riduzione del dolore e il miglioramento significativo dell’attività della malattia.