La canapa (Cannabis sativa), originaria probabilmente dell’Asia centrale, è considerato una delle più antiche piante coltivate, e persino le sue proprietà farmacologiche sono note da millenni. I cannabinoidi più studiati sono il THC e il CBD: Il THC è il più importante costituente tuttora cannabis ad azione psicoattiva e agisce come agonista parziale sui recettori CB1 e CB2. La cannabis terapeutica dicono che sia legale in Italia fin dal 2013. Entrambe derivano dalla stessa specie, e every farla brevissima la canapa è marijuana senza il THC ( meglio, dove la percentuale di THC è inferiore al 3%).
In un importante studio del 2014, un’équipe di ricercatori ha analizzato i dati provenienti da tutti gli Stati Uniti e relativi an un periodo di dieci anni: negli stati dove si usa cannabis a scopo terapeutico, le morti da oppioidi sono state appropriata basse del 25 every cento rispetto agli stati dove la cannabis medica era rimasta illegale.
La cultura della cannabis osservando la Spagna si è sviluppata in modo piuttosto veloce durante gli ultimi due decenni grazie alla depenalizzazione del possesso di marijuana per uso personale ed ad alcune scappatoie che hanno permesso in certe situazioni la vendita e il consumo di marijuana.
Il soldi derivato dal commercio illegale delle droghe leggere non fa altro che portare «liquidità nelle casse delle organizzazioni criminali – continua – liquidità che serve per alimentare il ‘commercio’ vittoria altre droghe (cocaina ed eroina) e per dopare l’economia di uno stato.
Il nuovo casseruola base consta di 11 articoli e regolamenta l’uso di medicinali di origine vegetale a base vittoria cannabis che il dottore curante prescrive dopo la valutazione del paziente ed la relativa diagnosi. Osservando la pratica si sta cercando di capire se la cannabis possa guarire determinate patologie, come già raccontano migliaia di pazienti nel mondo.
La Direzione Nazionale Antimafia nella propria relazione annuale del 2015 diceva che dalla cancellazione del reato di produzione e vendita delle droghe leggere, che rappresenta più della metà del mercato degli stupefacenti, il risparmio generato ammonterebbe a circa 800 milioni di euro, in seguito alle minori spese tra magistratura, carcerari e quelle relative all’ordine pubblico ed alla sicurezza.
140 Tashkin BJ, Shapiro DP, Frank IM. Acute effects of smoked marijuana and oral delta-9-THC on specific airway conductance in asthmatic subjects. Posteriormente anni di polemiche, la prima produzione di farmaci cannabinoidi made in Italy” giunge sugli scaffali delle farmacie italiane per agire contro ansia, insonnia, gli effetti collaterali della chemioterapia e i sintomi della Sla.
Il medico può dunque oggi ordinare prodotti a base vittoria cannabis a fini terapeutici e qualsiasi farmacia, qualora rifornita della sostanza, può dispensare prodotti a questione di cannabis sotto composizione e dose di medicamento secondo prescrizione medica.
La possibilità di coltivare sul proprio balcone alcune piantine di marijuana ridurrebbe notevolmente il mercato illegale e il colpo inferto alla criminalità organizzata sarebbe importante, infatti, sempre la Dna stima in circa 30 miliardi di euro l’importo del mercato nero per il comparto delle sostanze stupefacenti in Italia, pari a circa il 2% del Pil nazionale, e più della metà del mercato è costituito dalla marijuana e suoi derivati.
In semi cannabis light italia in cui la legalizzazione delle droghe leggere potrebbe avere scopo terapeutico e ricreativo, si accompagna perfino il principio di contrapposizione alla criminalità organizzata quale gestisce il traffico illegale degli stupefacenti, che è circa il 70% delle attività Il disegno di legge che era condizione presentata in Parlamento nel 2015, infatti, aveva questi come obiettivi: rendere legale il possesso fino verso 15 grammi di marijuana nella propria abitazione, magro a 5 all’esterno ed la coltivazione fino a cinque piante nel proprio domicilio.
I principi attivi che giustificano il ricorso alla marijuana per uso terapeutico sono i cosiddetti cannabinoidi. In uno studio in doppio cieco su un singolo caso, un paziente con febbre mediterranea familiare chiaramente ridusse il suo bisogno di oppiacei quando riceveva il THC rispetto a quando riceveva il placebo.
Osservando la Italia il mercato tuttora cannabis è tenuto in piedi dalla criminalità organizzata, che ricava da (tutte) le sostanze stupefacenti il 70 percento dei suoi introiti e guadagna quasi 7 miliardi di euro all’anno solo dai cannabinoidi.