L’ultima di queste rivelazioni afferma che la cannabis, altrimenti chiamata marijuana, puòalleviare l’agonia articolare correlata alla fibromialgia. La Dottoressa all’interno del servizio conferma quando detto dal Dottor Arena ovvero che la cannabis frena, riduce, rallenta il progredire dell’Alzheimer, diminuendo l’irritabilità e l’aggressività e quale attualmente non ci vengono effettuate farmaci curativi, ma solo sedativi e ipnotici.
I principi attivi che giustificano il ricorso alla marijuana per uso terapeutico sono i cosiddetti cannabinoidi. In base al tipo di pianta, la cannabis light ha gli stessi nomi della classica marijuana. Verso sostenerlo è una recente revisione scientifica condotta dalle National Academies of Sciences, Engineering and Medicine che ha portato all’elaborazione di ben cento conclusioni sull’efficacia medica di questa pianta.
Il costo medio, per un mese di trattamento, che si tratti di Sativex, Bedrocan altri medicinali a base vittoria cannabinoidi, si aggira intorno ai 5-600 euro, la metà dei quali every le tasse di importazione e le spese di spedizione. Gli effetti successo una sigaretta di cannabis (2% di THC) di THC orale (15 mg), rispettivamente, corrispondono approssimativamente a quelli ottenuti con dosi terapeutiche di farmaci broncodilatatori comuni (salbutamolo, isoprenalina).
La coltivazione, trasformazione ed commercio della cannabis a scopo terapeutico per aderire i bisogni dei pazienti potrebbe avvenire anche osservando la Italia, e garantire un reddito di 1, 4 miliardi e almeno 10 mila posti di occupazione dai campi ai flaconi”.
Infine, gli autori affermano che la difesa ed l’uso della marijuana medica ha messo gli operatori sanitari di fronte an un “dilemma”, nel significato che devono avvertire i pazienti sui possibili rischi, ma sulla base di pochi dati inadeguati, ed se scelgono di “prescrivere” marijuana devono essere competenti su tale trattamento e avere “una ragionevole conoscenza dei cannabinoidi e del sistema endocannabinoide”.
Fermo restando che la cannabis in Italia dicono che sia prescrivibile per qualsiasi patologia per la quale ci siano studi scientifici accreditati ed acquistabile in in ogni caso il Paese an erogazione nelle farmacie che effettuano questa preparazione, ad oggi le regioni italiane quale hanno introdotto dei provvedimenti che riguardano l’erogazione vittoria medicinali a base di cannabis sono diverse: nel modo che 4 regioni italiane il quale non hanno ancora emanato leggi, norme provvedimenti every regolare il settore sono Calabria, Molise, Trentino-Alto Adige e Sardegna, dove verso giugno è stata depositata una proposta di legge.
La cannabis per uso terapeutico ha delle potenzialità enormi nel campo della medicina. Il ricorso alla marijuana per uso terapeutico è approvato osservando la Italia già da differenti anni, benché il dibattito in quest’ambito continui verso rimanere acceso suscitando opinioni contrastanti.
Di recente è stato scritto molto sui diversi potenziali usi terapeutici del THC ed del CBD È rinomato da tempo che i cannabinoidi interagiscono con il sistema endocannabinoide del nostro corpo, che regola importanti funzioni fisiologiche. Diversi studi vengono effettuate stati condotti negli anni sull’artrite reumatoide, sull’artrite psoriasica e su alcune forme di fibromialgia associata per dolori articolari diffusi.
Il diritto di licenza della cannabis non fu rinnovato, e i Regolamenti collocavano cannabis, resina di cannabis ed cannabinolo e suoi derivati nella Tabella 4 – che oggi cheese xxl auto of Drugs Regulations del 1985 (al N° 2066) – vietando in tal modo del tutto il loro uso terapeutico.
Al punto che in tanti, ormai, vedono nella cannabis un farmaco” utile per contrastare diverse malattie: può aiutare nel trattamento del inquietudine cronico, può sciogliere gli spasmi della sclerosi multipla, stimolare l’appetito dei malati di Aids, alleggerire i postumi della chemioterapia ed radioterapia.
La cannabis terapeutica è prescritta solo dal medico ed è utilizzata principalmente nella terapia del dolore per gravi patologie quali la sclerosi multipla e le lesioni midollari, ma anche nella cura dei tumori per lenire i sintomi causati dalla chemio e radioterapia.